mercoledì 2 marzo 2011

A volte sono una iena.


Esco di casa incazzata come una belva feroce, o per meglio similitudinare un gorilla al quale hanno appena abbattuto l’ennesima foresta di mangrovie.
Fuori piove a dirotto.
Bestemmie.
Ignorando le folate di vento che trascinano le pecore come leggiadri pollini di pioppo e gli tsunami che scaturiscono dalle pozzanghere, mi incammino in una direzione a casaccio.
Scopro con mio sommo piacere di essermi incamminata proprio nella direzione della discarica.
Et voilà, non poteva assolutamente mancare: un esemplare quasi adulto di essere antropomorfo ancora incompleto cerebralmente (e che probabilmente rimarrà incompleto per sempre) che esordisce con angelico tono:
-Aò! A bona, ‘ndo stai andà?
Al che io rispondo, con tono contenuto:
-Ad una romantica passeggiata ai cassonetti, non noti?
-Stasera ce stà ‘na festa da li amici mia.

(Comincio ad irritarmi).

-Il termine ‘sti cazzi’ ti suggerisce qualcosa?

(Niente, continua).

-Ah ah ah, me piacciono le pischelle come te!
- TACI.
-Oh calmate, stavo solo…
-EVAPORA!
-Vaffanculo, STRONZA!
- Altrettanto, TROIONE!

Lo ammetto, a volte sono proprio una iena.
Non ne vado particolarmente fiera, ma è così.
Take it easy.

7 commenti:

  1. Hai fatto bene! Anzi ti sei pure trattenuta! XD
    (Ivan)

    RispondiElimina
  2. Omg grande se hai davvero risposto così!

    RispondiElimina
  3. Ahahah xD spero che quell'essere sia evaporato per sempre! u.u
    (coniglio)

    RispondiElimina
  4. @ Iban: Hai ragione, mi sono trattenuta eccome!
    @ Anonimo: Non ne vado particolarmente fiera. Ma è giusto far sapere che non sono uno stinco di santo a chi mi conosce.
    @ Coniglio: Se non altro lui e la sua auto del cazzo hanno preso il largo da me.

    RispondiElimina
  5. Sei la donna della mia vita

    RispondiElimina
  6. breve, brevissimo

    RispondiElimina